Ricetta della Granola con frutta disidratata: la colazione leggera perfetta

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su print
Indice

La granola, quante volte negli ultimi tempi abbiamo sentito questo termine che pare andare davvero tanto di moda. Ma cos’è la granola? Si tratta di un mix di cereali tostati, frutta secca e disidratata, tenuti insieme da uno sciroppo di miele. Diffusa soprattutto dall’altra parte del mondo, in Australia, è arrivata in Italia solo da poco, grazie soprattutto alla necessità, che prende sempre più piede, di consumare pasti salutari con prodotti genuini e poco lavorati.

In realtà la granola nasce alla fine dell’Ottocento, ed è la sorella dei più celebri cornflaks: hanno, difatti, il padre ideatore in comune, John Harvey Kellogg, che l’aveva preparata per la prima volta come pasto salutare, che potesse favorire un’alimentazione sana.

Spesso confusa con il muesli, ed in effetti il mix è lo stesso, ma la granola subisce un procedimento di cottura.

Una volta preparata la granola può essere conservata in un barattolo con chiusura ermetica per una quindicina di giorni. Di solito si consuma durante la colazione del mattino, in un cremoso cappuccino caldo che fa un bel contrasto con la croccantezza della preparazione, oppure nello yogurt fresco. Ma può essere aggiunta anche ad una coppetta di gelato o sgranocchiata durante le merende del pomeriggio, magari sorseggiando una calda tisana o una gustosa cioccolata calda.

La granola conserva tutte le proprietà benefiche dei cereali non raffinati, come l’avena che è una preziosa fonte di fibre, che aiutano il funzionamento del nostro apparato digerente e contribuiscono a tenere a bada la fame perchè regalano, è proprio il caso di dirlo, un bel senso di sazietà. La porzione di fibre è anche fonte di energia sul lungo termine, senza però causare picchi insulinici che compromettono il nostro metabolismo. A questa poi si aggiungono le mille proprietà della frutta secca e di quella disidratata, fonti di vitamine, minerali, potassio, Omega 3, iodio e selenio che contribuiscono al buon funzionamento della tiroide.

Dove acquistare la granola? Nella cucina di casa nostra! E’ talmente semplice da preparare che è sempre meglio farla in casa, così da personalizzarla come più ci piace.

Facciamola insieme allora!

Ingredienti:

Preparazione:

Cominciate la preparazione della vostra granola dallo sciroppo. Mettete in un pentolino molto capiente lo sciroppo d’acero, l’acqua e l’olio. Scaldate a fuoco dolce per pochi minuti, ne basteranno 5 o 6. A questo punto togliete il pentolino dal fuoco ed aggiungetevi l’avena e la frutta secca. Amalgamate per ben tutti gli ingredienti e poi ritornate nuovamente sul fuoco. Lasciate cuocere per qualche minuto girando spesso con un mestolo di legno. Dopo questo passaggio, spegnete il fuoco, e rivestite una placca da forno con della carta da forno. Trasferite la vostra granola ed infornate, in forno già caldo in modalità statica a 180° per 15 minuti circa. Durante questo tempo cercate di girare spesso il composto altrimenti potrebbe bruciare in alcuni punti. Trascorso il tempo di cottura, sfornate e lasciate raffreddare. Quando la granola sarà completamente fredda, aggiungetevi tutta la frutta disidratata tagliata a pezzi e le scaglie di cioccolato. La granola è così pronta per essere gustata. Conservatela in un barattolo capiente con chiusura ermetica.

Iscriviti alla newsletter

Ricevi subito un Coupon sconto del 10%!

×

Chatta direttamente con noi. Clicca sul nome e avvia la chat su Whatsapp!

× Hai qualche domanda?