Pistacchio in guscio: i pistacchi in Italia, prezzi, calorie e dove comprarli

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su print
Indice

Il pistacchio è un albero caducifoglie e latifoglie. Le prime tracce della sua coltivazione sono veramente molto antiche. Si hanno notizie di esso persino in età preistorica, precisamente in medio oriente. Al riguardo abbiamo anche molte fonti letterarie che ci testimoniano ciò, come una delle più famose opere dello scrittore e sofista greco vissuto nel II secolo, Naucrati.
Il pistacchio in guscio è l’esito della prima fase di lavorazione dopo la raccolta del frutto. Esso va prima fatto asciugare, una volta terminata questa fase si procede alla eliminazione del mallo che ricopre il guscio legnoso, infine si lascia seccare; quest’ultimo procedimento consente la possibilità di conservare il pistacchio per un lungo periodo.
Il pistacchio con guscio può essere consumato come delizioso snack al naturale, oppure può essere sottoposto ad ulteriori fasi di lavorazione che ne permettono il suo utilizzo nelle più svariate ricette che abbracciano tanto il salato quanto il dolce.

Pistacchi in Italia

In Italia la produzione di pistacchi in guscio può vantare prodotti di eccellenza i quali sono sempre più ricercati in tutto il mondo. Tra i pistacchi più rinomati abbiamo quelli di Bronte e Adriano tutelati dal marchio DOP “Pistacchio Verde di Bronte” e i pistacchi di Stigliano in provincia di Matera. Se vuoi saperne di più sulla produzione di pistacchi in Italia, clicca qui.

Pistacchi con guscio, calorie

Da un punto di vista nutrizionale, i pistacchi con guscio hanno un elevato contenuto calorico. Il motivo ovviamente è perché sono dei semi oleosi. In virtù del contenuto lipidico molto elevato, ne risulta che anche l’apporto energetico che consegue dalla assunzione di questo frutto sia molto alto, addirittura superiore a molti insaccati e dolci. Le calorie sono fornite principalmente dai lipidi, seguiti dalle proteine e infine dai glucidi. La prevalenza dei grassi è quella degli insaturi, soprattutto i polinsaturi essenziali , e monoinsaturi.
I pistacchi in guscio non contengono colesterolo e sono molto ricchi di fibre.
Inoltre risultano totalmente privi di lattosio e anche privi di glutine. Vi è infine una traccia molto bassa di istamina, ma questa caratteristica non differisce certamente da tutte gli altri frutti che rientrano nella famiglia della frutta secca, anche le noci, le nocciole, le mandorle e anacardi vengono considerati potenti istaminoliberatori.
Se volessimo tirare le somme da questa breve descrizione delle caratteristiche del pistacchio ne consegue che un consumo eccessivo di questo alimento non può essere certamente consigliato da un nutrizionista. Ma se è vero che la virtù sta nel mezzo, è anche vero che un uso moderato e consono di questo frutto si sposa perfettamente con qualsiasi regime alimentare.

Pistacchi in guscio prezzo

Pistacchi in guscio tostati e salati Caporaso

Il pistacchio con guscio, all’interno della grande famiglia della frutta secca, è certamente uno dei prodotti più costosi e ricercati. Basta fare un semplice raffronto con altra frutta secca, prendiamo come esempio le mandorle: un kg di mandorle si attesta in media intorno ai 14 euro, i pistacchi invece oscillano tra i 21 e i 23 euro. Sono riscontrabili anche differenze significative fra le diverse varietà di pistacchio, volendo restare sul nostro territorio prendiamo ad esempio il raffronto tra quelle di Bronte e di Stigliano, negli anni spesso sono state registrate differenze di decine di euro al kg tra le due produzioni. Per quanto riguarda la vendita al dettaglio Caporaso si attesta sempre come una delle proposte all’avanguardia nel mercato della frutta secca, su Caporaso.shop potete trovare i pistacchi in guscio a 20 euro al kg. Un’offerta veramente conveniente.

Pistacchi sgusciati

Pistacchi sgusciati Caporaso

Non si poteva concludere questo breve excursus sui pistacchi senza spendere due parole sui pistacchi sgusciati. Ma vi siete mai chiesti come si ottengono?
Dopo la raccolta del pistacchio e dopo aver ottenuto la famosa “tignosella” avviene il processo di lavorazione che porta il pistacchio ad essere sgusciato. Dopo questa fase, i pistacchi vengono immessi in un circuito di essiccamento; successivamente avviene “la pelatura”. Processo che avviene attraverso l’esposizione del pistacchio al vapore acqueo ad una altissima pressione. Ed ecco che alla fine di questo processo abbiamo ottenuto il famigerato pistacchio sgusciato.
Anche per questo articolo, come per tutti quelli che concernono la vendita di frutta secca con un ottimo rapporto qualità-prezzo, Caporaso è in prima linea. Su Caporaso potete trovare i pistacchi sgusciati a 29 euro al kg.

Iscriviti alla newsletter

Ricevi subito un Coupon sconto del 10%!

×

Chatta direttamente con noi. Clicca sul nome e avvia la chat su Whatsapp!

× Hai qualche domanda?